Posts Tagged ‘nodo foglia’

Nodo 69 – “solo roba da cultori”

Sunday, June 5th, 2011

Roma, 4 Giugno 2011 – Ebbene si, siamo arrivati a quota 69! Oggi ci siamo occupati del nodo “KallSuTalamo” (aka Giorgio). L’hw team come ogni sabato si da da fare con la costruzioni dei nodi, ormai diventato un team riconosciuto a livello planetario 😉 , (Fish, Arkanet e Sephiroth), in più si è aggiunto Nemesis che è tornato dalla spagna e chiaramente KallSu (il possessore del nodo). Non avevamo Mandrake che vestito da vigile ci faceva il carosello, ma solo un sole che spaccata le pietre e ci faceva prosciugare bottiglie di acqua fresca.

La mattinata è iniziata tardi, arrivati in farm alle 9.00, io e nemesis abbiamo visto tutto chiuso.. Il mio primo pensiero è stato: <<Ecco il fish che ha visto che ritardavamo di 20min ha preso e se ne è andato da solo..>>. Lo chiamo, già dalla voce si capiva che si era alzato da poco (e qui un sospiro di solievo). Questo perchè la sera prima Fish e Arkanet son stati a riflashare quasi tutti gli apparati con il nuovo fw ipv6 fino alle 4.00 (..ma questa è una altra storia).

Il tempo di una spicciatina veloce e per le 10.00 siamo da KallSu. Siamo stati accolti da una ricca colazione con pasticcini da thè e crostatine varie. Che dire, proprio quello che serve per iniziare la giornata!

In questo nodo “foglia” abbiamo cercato di fare dei video-tutorial, che verranno integrati con altri per fare delle video-guide complete (dove nemesis si diletterà con il montaggio). Materiale usato:

  • palo 10 mt
  • 35 mt cavo ftp
  • un kit ralla
  • immancabile compagna di sventure/avventure Nanostation M5

Dato che ormai l’hw team è un tutto fare, abbiamo ripassato il cavo nuovo dell’antenna tv (ma non vi abituate, lavori extra non sono nella prassi 😈 ). Fortunatamente c’erano i corugati che arrivavano direttamente in casa e senza troppi sforzi e tanta scivolina, i due cavi sono passati nello stesso corrugato, il tutto sotto un sole cocente a picco ed il terrazzo infuocato.

Dopo il montaggio, eravamo ridotti uno straccio. Di seguido foto di repertorio.

(giusto per dare un idea)

Prima di fissare tutto abbiamo configurato il device e con un pò di stupore, abbiamo constatato che siamo arrivati ad avere una configurazione fw/osrl + un puntamento ad occhio, la quale permetta all’ m5 di associarsi automaticamente sui nostri device AP, scarica le rotte ed è tutto pronto! Lo scopo finale è stato raggiunto (flashing, spicciatina alla configurazione, puntamento, surfing 🙂 )!

A lavori ultimati ecco il risultato, come si nota: solo lavori puliti e di fino!

Abbiamo terminato appena in tempo per il pranzo, che la madre di KallSu ci ha gentilmente offerto.  Un pranzo completo, dall’antipasto fino alla frutta -> dolce -> caffe. Che dire un pranzo squisito, abbondante e ricco, fatto a misura per noi cultori che consumano! (peccato neanche una foto, eravamo talmente concentrati a gustarci il pranzo…)

Si dice che la matematica non è un opinione, e che i numeri contano, bhè allora è il caso di dire che certi contano più di altri !!!!! Solo per Cultori. (by 69° node style)
Al prossimo nodo!
Sephiroth

 

Nodo Puzzle

Monday, February 28th, 2011

Settimana da brivido per Ninux. E non solo per il freddo!Dopo una super-riunione con più di 30 persone (record!) questo weekend siamo andati a montare il nodo di Puzzle, la sede di un municipio occupata dieci giorni fa da alcuni ragazzi de La Sapienza per farne uno studentato ed altro (guarda il video).

Al soprallugo di sabato eravamo in parecchi, il posto è gigantesco e per noi nerd è stato fantastico vedere e smanettare con quel gigantesco armadio di piano, le centraline ISDN (alcune ancora funzionanti) e i cavi giganti per il collegamento diretto con la centrale Telecom. La vista dal tetto era ottima. Era un municipio di 5 piani, mica pizza e fichi!

 

Il sopralluogo

Pizza e fichi

Putroppo con la nostra Microtik R411 (cyberbridge)  nonostante la buona visibilità garantita dal mega-palo Fish-style, non abbiamo rilevato nemmeno una rete wireless in tutto il Tufello. Che stranezza!
Col senno di poi abbiamo sagacemente indivuato le possibili fonti del problema : la versione vecchia del firmware (dare sempre la colpa alla versione del firmware, maledicendo gli sviluppatori di Openwrt senza farci sentire da Claudyus) , l’antenna scollegata (!) , la scansione in modalità turbo ovvero per canali a 40 Mhz (!!). Insomma, un disastro!

Dopo una cena di riflessione al ristorante giapponese “la Blatta” consigliato da Nino, abbiamo deciso come procedere per l’indomani.

Mascot del locale

L’ispirazione è venuta alla terza birra cinese, sotto una tv che trasmettava CCTV4 in un locale che si proclamava giapponese.

Basta imitazioni! C’era bisogno di Lei. L’ultima rimasta. Era giunto il momento di usare l’M5!
Difatti Domenica  mattina in una oretta e mezzo avevamo già montato tutto (per la gioia dei ragazzi che hanno occupato e facendo le 4 ci sono venuti ad aprire alle 9.30).

Niccolò immortalato prima del passaggio dal Municipio alla Questura

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’antenna che svetta

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il collegamento verso il nodo di Kiddy e da lì il rimbalzo verso Niccolò  hanno garantito 40Kb di throughput verso Internet, che pur non essendo tanti hanno portato la connettività “di emergenza” ad un posto che non avrebbe potuto averla. Sicuramente non in tempi così brevi, sicuramente non adesso in cui forse gli serve di più.

Il problema che abbiamo individuato è nel link con Kiddy che ha attualmente una antenna direttiva puntata verso il nodo di Rustica e che prende di sbieco  il Puzzle. Abbiamo anche individuato un po’ di modi con cui migliorare la situazione, ma dobbiamo pianificare con calma le prossime mosse.

Non contenti, con Fish Niccolò e Kiddy abbiamo sistemato il rack del piano riutilizzando i cavi non tranciati appartenenti al cablaggio dell’edificio e portanto la rete ad ogni piano dello stabile attraverso una presa identificata con il nostro adesivo.

Dopo aver collegato tutto, abbiamo trovato sopra il rack anche una simpatica sopresa, un python egg di buon auspicio per la rete libera che in queste settimane sta crescendo veramente tanto.

Niccolò alle prese con un groviglio di cavi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fish che smucina col patch panel

L’armadio con un nuovo hub fornito da Fish

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una sorpresa che abbiamo trovato sopra il rack, segno evidente di un recente e intenso utilizzo

 

 

OrazioPirataDelloSpazio,

Ninux.org