Posts Tagged ‘community’

Ninux con Sostanze Records a 2020 Indie Festival

Tuesday, February 15th, 2011

Sostanze Records bissa il successo di “2020 Indie Festival” venerdì 18 febbraio 2011 all’INIT club di Roma, regalandovi un’altra serata all’insegna della musica elettronica indipendente. Protagonisti della serata 12 artisti, 3 netlabel e 6 webradio uniti da un’unica filosofia e pronti a scaldare la notte romana a colpi di beat gratuiti.

Saranno presenti Info Points e merchandise di Stato Elettrico, Node Zero, Sostanze Records, Ninux, Nartraradio Roma, The Open Radio, Radiosonar, Emergenza Radio, Fusoradio, Solidus Radio. Portate le vostre penne USB e farete il pieno di musica!



Il mercato della musica elettronica (e non) sta subendo un’evoluzione dagli scenari inimmaginabili; sempre più artisti decidono di distribuire il proprio materiale tramite Internet, ovviamente per abbassare i costi di produzione e di distribuzione avvicinandosi ad un modo di fare musica che è praticamente gratuito; di qui a poco tempo questo nuovo modo di concepire la musica non sarà solamente considerato un nuovo trend, ma un vero e proprio mercato con regole a sè stanti. Come ogni fenomeno nato su internet, le netlabel sono destinate a vincere! Sostanze Records crede in questa filosofia e il suo obiettivo è quello di farsi portavoce di questo movimento che tende al futuro.


Link da 31 Km!

Tuesday, February 8th, 2011

Sabato 5 Febbraio c’è stato il raid “Operazione Guadagnolo”  : )
Kidy ed io alle 7:00 di mattina eravamo già sul tetto a puntare un’antenna direttiva verso la montagna.

Mezz’ora più tardi, il rendevouz con Fish all’autogrill dell’A4 in direzione Tivoli.

La “passeggiata” verso la cima della montagna è stata tutt’altro che breve, ma il tempo è volato grazie ad un paio di walkie-talkie che non ci hanno fatto pesare lo stare con due macchine.

Arrivati a destinazione, la capatina alla cima del Redentore ci ha permesso di orientarci e capire con esattezza in che direzione puntare l’antenna gemella che avevamo portato.

Campo base nella piazzetta dei caduti, che aveva il duplice vantaggio di essere raggiungibile con le macchine e di affacciarsi nella giusta direzione.

Mentre Fish montava l’attrezzatura e Kidy documentava fotograficamente tutto.. il sottoscritto ne approfittava per fare un paio di rilevazioni in più (giusto per pignoleria).

Il puntamento (ad occhio) è stata una dimostrazione di senso di orientamento assoluto.

Non solo già dal primo scan avevamo il nodo LuxAirGrid nell’elenco, ma l’associazione è avvenuta con -77 dBm! I succesivi tuning ci hanno permesso di migliorare il segnale di altri 4 dB, ma il grosso ormai era fatto!


Risultato: link da 31Km a -73 dBm (a 15 Mbps)!!

Un altra sorpresa, è stato scoprire che lo scan evidenziava anche gli apparati M5Lele e M5 FishToLaRustica che sono delle Ubiquiti Nanostation M5!

Tutto qui? ..direte voi?
Cercherò di rendere l’idea dell’impresa con l’aiuto di un paio di immagini.
Questo era il paesaggio che ci si presentava innanzi (provate a trovare casa vostra):


Da qui potete scaricare la panoramica in alta risoluzione (27Mb).

E questo è stato il link realizzato visto sul nostro Map Server.

Reso l’idea?  🙂


Grazie !!!

Wednesday, February 2nd, 2011

E’ stata una festa bellissima ! 🙂 Siamo contenti che siete venuti numerosi e che vi siete divertiti. Siamo felici che vi siete veramente interessati al progetto, leggendo con interesse il materiale informativo e la mappa della rete (vera attrazione della serata).

Grazie a tutti quelli che sono venuti al Sans Papiers in sostegno del nostro progetto !

Grazie ai ragazzi del Sans Papiers che ci hanno permesso di realizzare questa iniziativa !

Grazie a Radio Sonar che ci ha fatto ballare fino all’alba !

Oggi siamo ancora più motivati di ieri a portare avanti il nostro progetto, per costruire una rete veramente libera e gestita direttamente dalle persone che la vivono e che la utilizzano. Speriamo di raccontarvi al più presto evoluzioni positive sul nostro blog 🙂 Stay tuned !

Ninux.org


Nasce una nuova rete Ninux in Sicilia, a Vittoria (RG)

Friday, January 21st, 2011

Il 2010 è stato un anno molto positivo per Ninux. Infatti oltre al proliferare di nodi a Roma, anche nel resto d’Italia Ninux ha avuto una forte crescita.

Filippo Sallemi, un ragazzo che segue le attività di Ninux.org ormai da qualche anno, è riuscito ad attivarsi nel suo paese in Sicilia, Vittoria, per iniziare una rete Ninux insieme ad altri interessati al progetto.

Congratulazioni ragazzi ! Continuiamo così a costruire reti libere in tutta Italia 🙂

ZioPRoTo

Ninux partecipa all’Internet Governance Forum 2010

Friday, December 3rd, 2010

Martedì 30 novembre siamo stati invitati ufficialmente dalla Provincia di Roma a partecipare ad un iniziativa nell’ambito dell’Internet Governance Forum 2010:
Wi-fi esperienze pubbliche a confronto. Organizzato dalla Provincia di
Roma, Roma, Palazzo Valentini, Via IV Novembre

Il programma dell’evento era molto vasto, ma si è parlato anche di Wireless.

La giornata è iniziata, secondo programma, con il presidente della Provincia di Roma, Zingaretti, che ha firmato un protocollo d’intesa con regione Sardegna e comune di Venezia, per federare i loro database di utenti.

Quando i “big” sono usciti di scena, Francesco Loriga ha spiegato come è stata realizzata tecnicamente Provincia WiFi. Dobbiamo fare i complimenti alla provincia di Roma che ha fatto veramente un ottimo lavoro. Ha utilizzato software libero, lo ha migliorato, ed ha dato indietro alla comunità un prodotto migliore. Tutto il lavoro software svolto, completo di documentazione, è disponibile online con particolare attenzione alle licenze.

Per chiudere la giornata è stata organizzata una tavola rotonda, alla quale ho partecipato come rappresentante di Ninux.org. Ma vediamo chi c’era a questa tavola rotonda:

  • Fulvio Ananasso: Direttore Studi Ricerche e Formazione dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom)
  • Renato Brunetti: Consigliere delegato per il Wireless della Associazione Italiana Internet Provider (AIIP)
  • Francesco Loriga: Dirigente dei Sistemi Informativi, Reti e Innovazione Tecnologica (Sirit) della Provincia di Roma
  • Massimiliano Mazzarella, azienda Futur3
  • Stefano Quintarelli, informatico e imprenditore
  • Saverio Proto: Ninux.org

Cosa è venuto fuori? A parte l’ormai famosissimo Decreto Pisanu, tutti i protagonisti del wireless in Italia sono scontenti della regolamentazione. Providers, pubbliche amministrazioni, community, nessuno riesce a lavorare bene con la normativa esistente.

Noi come wireless community abbiamo cercato di portare la nostra visione di rete libera.  Cerchiamo un dialogo con gli ISP. Non vogliamo andare a invadere il mercato della ADSL proponendo una Internet gratis. Vogliamo essere in grado di comprare banda all’ingrosso in modo da poter usare quella banda all’interno delle nostre reti comunitarie.

Abbiamo portato alla tavola rotonda le esperienza delle community all’estero, come Guifi.net e Freifunk.net, dove la normativa non è così rigida ed ha permesso loro una forte espansione. Noi che abbiamo a che fare con leggi molto fumose e poco permissive, che ci costringono ad operare con il dubbio che quello che facciamo non sia legale, siamo rimasti indietro come al solito rispetto al resto dell’Europa.

Una nota dolente che ci ha colpito per tutta la durata dell’evento è stata la normalità e “scontatezza” utilizzata parlando di autenticazione ed identificazione degli utenti.

Addirittura è stato fatto un paragone tra l’hotspot WiFi di oggi e la cabina del telefono di una volta. Ebbene forse nessuno ha notato che negli anni 90 si poteva entrare in una cabina del telefono e pagare una telefonata con una moneta, senza per forza “autenticarsi”. Oggi sembra normale che ogni volta che usiamo il mezzo elettronico per comunicare, dobbiamo fornire tutti i nostri dati.

Telecom Italia, presente tra il pubblico, ha fatto una figura secondo noi un po’ meschina attaccando noi delle community e le pubbliche amministrazioni dicendo che andiamo a rubare nel loro mercato. Ci siamo veramente stupiti di questo intervento infervorato, anche perché noi abbiamo proposto una visione delle cose dove le community e gli ISP lavorano insieme migliorando il servizio al cliente finale, ed aumentando i profitti dell’ISP che vendendo banda all’ingrosso semplifica il suo business.

Alla fine siamo molto contenti di come è andata questa giornata. Il fatto che Ninux.org viene invitata ad una tavola rotonda di questo tipo, dimostra come le istituzioni sono attente e fanno bene il loro lavoro, cercando un contatto diretto con i cittadini che si occupano di WiFi nel sociale. Siamo riusciti a portare in un ambiente ufficiale le nostre visioni su un uso possibile del WiFi in Italia, e speriamo che questo incontro sia il primo passo verso una normativa che permetta a realtà come Ninux, ed a moltissime altre realtà nascoste in Italia, di uscire da questa situazione di illegalità. Un illegalità assurda che oggi ci frena, e ci fa stare sempre un passo indietro rispetto a gli altri paesi europei.

ZioPRoTo & Clauz

UPDATE: i video della conferenza si trovano su questa pagina. In particolare il nostro intervento si trova nel terzo video.