Causa VMware per violazione GPL: sponsor ritirano fondi a Software Freedom Conservancy

Software Freedom Conservancy

Software Freedom Conservancy chiede l’aiuto della comunità per poter continuare a svolgere il suo lavoro di supporto amministrativo ai progetti di Software Libero e di lotta alle violazioni della licenza GPL.

Lo staff di SFConservancy

Lo staff di SFConservancy – da http://sfconservancy.org/supporter/ (licenza CC-BY-SA)

Software Freedom Conservancy è  una charity (l’equivalente statunitense di una ONLUS) che si occupa di aiutare il software libero in due modi.

Il primo è di fare da associazione cappello per numerosi progetti — tra cui nomi famosi come git, inkscape o wine — permettendo loro di ricevere donazioni e finanziare le attività.

Il secondo è di lavorare perché le licenze copyleft (GPL in particolare) vengano rispettate: tramite educazione dei violatori accidentali, trattative e se necessario cause legali. I progetti per cui fanno questo comprendono codice rilevante per la comunità Ninux come il kernel Linux e busybox, presenti su molti dispositivi (antenne, router) da noi usati.

Proprio quest’attività però ha causato loro problemi economici: dato che stanno portando avanti una causa scomoda contro WMWare alcuni sponsor aziendali hanno ritirato il loro supporto, e l’associazione si è ritrovata a corto di soldi e con il rischio di dover sospendere le attività: per questo stanno cercando il supporto economico della comunità.

Il modo migliore per dare il proprio supporto è partecipare alla campagna e diventare supporter: con 750 supporter potranno continuare a fornire i servizi base, ma per proseguire lo sforzo di lotta alle violazioni della GPL ne sono necessari 2500.

Ovviamente è anche necessario spargere la voce: gran parte del lavoro di SFConservancy avviene in silenzio e dietro le quinte, e pochi sanno di beneficiare dei loro sforzi.

 

 

Tags: , ,

One Response to “Causa VMware per violazione GPL: sponsor ritirano fondi a Software Freedom Conservancy”

  1. max59 Says:

    sullo stesso argomento

    http://punto-informatico.it/4231221/PI/News/codice-vmware-viola-licenza-gpl.aspx

    Christoph Hellwig, uno dei principali sviluppatori del kernel Linux, ha denunciato VMware: con il supporto di Software Freedom Conservancy, accusa l’azienda di violazione della licenza GPLv2.

Leave a Reply