Riunione Ninux a Reggio – resoconto

Scritto da Roberto “Il Bak” 
Riporto anche qui le idee di cui si è parlato all’ultima riunione…

Discutendo sui progressi fatti fino ad ora possiamo dire che la partenza del progetto è stata più che promettente, avendo già a disposizione dei “nodi” che potrebbero iniziare a comunicare tra loro dando vita alla prima rete digitale cittadina di proprietà dei cittadini.

Quello che vogliamo realizzare però richiede ancora più partecipazione ed adesioni, sia da chi deve ancora essere raggiunto dall’idea, sia da chi è stato parte del progetto fin qui.

Per questo motivo si è pensato di organizzare delle serate in cui, tra una birra, una chiacchiera ed una partitella in LAN, continuare a ritrovarsi e coinvolgere gente nuova.

Abbiamo sottolineato la necessità che il nostro non diventi un ambiente chiuso ed elitario, ma sereno e popolare. Questo specie in vista di una successiva fase di divulgazione del progetto con cui, dati e prospetti alla mano, poter proporre l’adesione alla rete Ninux anche a famiglie e soggetti comunque meno avvezzi alle macchinazioni informatiche.

E’ venuto a trovarci Vincenzo “Spax”, dall’Hacklab di Cosenza, col quale ci siamo confrontati su quelle che possono essere strategie utili nel creare al meglio la nostra infrastruttura.
La loro esperienza si pone su basi ancor più precarie della nostra, basandosi sul lavoro di studenti e figure che possono dedicare del tempo limitato al progetto Ninux, eppure sono già riusciti a mettere su una rete stabile e funzionale.

Per noi il primo passo sarà quindi creare una base di risorse umane affidabile e costante, tenendo presente questi “LAN party” come momenti di ritrovo abitudinario e condivisione.
Successivamente passare alla divulgazione per poter espandere la rete e renderla il più capillare possibile.

Obiettivo a breve termine (per il quale seguiranno dei rilievi in questi giorni) sarà la connessione dei primi punti della rete che possono essere già attivati. L’elasticità dell’infrastruttura che andiamo a creare e la sua persistenza (“Un’antenna è per sempre!” come esclamò Spax alla cena) ci fanno pensare che sarà un cammino in cui la rete, una volta attiva, può solo migliorare ed ingrandirsi.

Tags:

One Response to “Riunione Ninux a Reggio – resoconto”

  1. Nemesis Says:

    Ottima idea quella del LAN Party 🙂
    Bisogna far crescere la community prima di tutto.

Leave a Reply