PUMPING from POMEZIA, ed un altro nodo è nel cielo! 70°

Sabato 11 giugno. Stessa ora stesso hw team. Dopo colazione giunonica al fish-bar, ci si avvia verso pomezia. Arrivati alle ore 9.00, è arrivato il momento di tirare su un altro nodo!
Più motivati del solito, visto l’hardware da installare: Ubiquity Rocket M5 abbinata ad una Sector 16dbi 120°.

I problemi sono stati parecchi, dal passaggio dei cavi nelle canaline condominiali alla pioggia, che ci ha martoriato per le prime 2 ore di installazione. Il palazzo ha una conformazione veramente insolita, perchè sembra che inizialmente era stata ideata per uffici, e quindi si nota che mano mano che si sale con i piani la conformazione e la struttura cambia (soprattutto quella dei corrugati, che spariscono o si trovano cavi tagliati a buffo).

Squadra, a detta di fish, al 50% di efficienza (mi lusinga LOL), che ha dimostrato di non fermarsi davanti a nulla, pur di portar avanti l’espansione della rete.

L’installazione prevede i classici materiali per un superNode:

  • palo 12mt
  • doppio kit ralla
  • 20mt corrugato da esterni 16 Ø
  • 15mt corrugato da esterni 10 Ø
  • 85mt di cavo ethernet ed altri 85 di cavo elettrico 😉 😈 (per soli 4 piani dal tetto a casa)
  • kit scatola stagna
  • rocket+sector
  • e veramnente tanta ma tanta scivolina (molta di più che da me)

Armati fino ai denti, la cablatura dura tutta la mattina fino al pomeriggio inoltrato, arrivando così alle 16.00. Da questo si evince quanto possa essere stato complicato!

La pausa pranzo è stata fatta alle 14.00, dove per me è stato fatto un pasto alternativo al posto del solito pranzo da camionisti (data la quantità delle porzioni), io mi sono gustato un ottima minestrina con zucchine e carote coltivate nell’orto di nemesis (dove tra poco arriverà anche lì una nanostation). I ragazzi invece si son strafogati con rigatoni al ragù! Però più nervosi del solito, data la difficoltà dell’installazione, abbiamo mangiato meno del solito, perchè con la testa stavamo pianificando i passaggi da fare! Dopo una spicciatina alle idee si è ripresi subito!

Finita con la cablatura, fortunatamente è spuntato anche il sole!

Verso le 17.30 breve pausa con succo, caffè, acqua e ciliege. Di seguito foto di repertorio.

A lavori conclusi, ode evitare danni riconducibili a noi, abbiamo cambiato anche i cavi per i panni da stendere che erano già rotti, in più abbiamo aiutato un signore al quale si era rovinato il cavo satellitare di sky, di conseguenza non riceveva più, eseguito il classico “taglio&saldatura” tutto si è risolto!

Questa è la bimba di nemesis!

Ed ecco ora una notizia che farà piacere a tutti i ninuxiani: dal tetto del nodo di nemesis si vede il mare!

Questo per dire che chiunque voglia collegarsi dalle parti di ardea/nettuno/torvajanica faccia un fischio a nemesis per mettervi d’accordo!

Sistemata l’attrezzatura ci siamo dedicati al link vero e proprio! Chiamato Carlo RDP ci siamo sincronizzati per sistemare il link! Accesa la rocket era collegata a RDP! Anche se le rotte non passavano.. Fatte le 20.00 chiudiamo baracca e burattini ed andiamo a cena sempre a casa di nemesis. Nel frattempo hispanico trova un pò di tempo per capire come mai la microtik non trasmetteva, mentre noi trasmettevamo a cannone! Verso le 22.00 si trova l’arcano mistero e tutto passa e si arriva in farm in un attimo!

Dopo questo nodo posso dire che ho visto tutto. Vi lascio con me che contempla sull’immensità… …di quanto siamo arrivati lontani e che con gli stessi hop sia io che nemesis arriviamo in farm, solo che io in linea d’aria sto a 7.11km, mentre lui 26.22km! LOL! Vi consiglio di andare a vedere sul map server dove si trova il suo nodo “Nemesisdesign.net” giusto per farvi un idea!

Al prossimo Nodo!

Sephiroth

Tags: , , , , , , , ,

Leave a Reply