Archive for March, 2011

BattleMesh: Day 2

Friday, March 18th, 2011

 

La giornata di oggi è stata particolarmente piena di interessanti avvenimenti!  Nella mattinata ci siamo incontrati con gli altri ragazzi di Ninux con i quali abbiamo discusso su come continuare a sviluppare la rete in Italia.

Nel pomeriggio, zioproto e clauz hanno tenuto un talk riguardante le loro idee realizzate per il GSoC 2010, spingendoci a partecipare con nuove idee per l’edizione di quest’anno. Più tardi abbiamo seguito un corposo intervento di Jim Gettys su alcuni problemi di efficienza di Internet, che ha analizzato a fondo il problema del bufferbloat.

Successivamente anche G10h4ck e lasek hanno tenuto un talk per presentare Eigen* Diaspora, il social network distribuito ottimizzato per le reti mesh, che sviluppiamo ad eigenLab.

Verso la fine della giornata Mitar (uno dei fondatori della rete mesh di Ljublijana) ha illustrato alcuni esperimenti riguardo l’alimentare alcuni nodi della rete con pannelli solari. In questa edizione del BattleMesh abbiamo voluto testare questa idea alimentando alcune delle fonere (device low cost) con dei pannelli solari.

Alla fine della giornata abbiamo anche aiutato a posizionare le antenne in preparazione della grande “battaglia” di domenica! Quale sarà il protocollo vincitore del BattleMeshV4 ?

eigenLab on the Road.


BattleMesh: Day 2

Friday, March 18th, 2011

 

La giornata di oggi è stata particolarmente piena di interessanti avvenimenti!  Nella mattinata ci siamo incontrati con gli altri ragazzi di Ninux con i quali abbiamo discusso su come continuare a sviluppare la rete in Italia.

Nel pomeriggio, zioproto e clauz hanno tenuto un talk riguardante le loro idee realizzate per il GSoC 2010, spingendoci a partecipare con nuove idee per l’edizione di quest’anno. Più tardi abbiamo seguito un corposo intervento di Jim Gettys su alcuni problemi di efficienza di Internet, che ha analizzato a fondo il problema del bufferbloat.

Successivamente anche G10h4ck e lasek hanno tenuto un talk per presentare Eigen* Diaspora, il social network distribuito ottimizzato per le reti mesh, che sviluppiamo ad eigenLab.

Verso la fine della giornata Mitar (uno dei fondatori della rete mesh di Ljublijana) ha illustrato alcuni esperimenti riguardo l’alimentare alcuni nodi della rete con pannelli solari. In questa edizione del BattleMesh abbiamo voluto testare questa idea alimentando alcune delle fonere (device low cost) con dei pannelli solari.

Alla fine della giornata abbiamo anche aiutato a posizionare le antenne in preparazione della grande “battaglia” di domenica! Quale sarà il protocollo vincitore del BattleMeshV4 ?

eigenLab on the Road.


BattleMesh: Day 2

Friday, March 18th, 2011

 

La giornata di oggi è stata particolarmente piena di interessanti avvenimenti!  Nella mattinata ci siamo incontrati con gli altri ragazzi di Ninux con i quali abbiamo discusso su come continuare a sviluppare la rete in Italia.

Nel pomeriggio, zioproto e clauz hanno tenuto un talk riguardante le loro idee realizzate per il GSoC 2010, spingendoci a partecipare con nuove idee per l’edizione di quest’anno. Più tardi abbiamo seguito un corposo intervento di Jim Gettys su alcuni problemi di efficienza di Internet, che ha analizzato a fondo il problema del bufferbloat.

Successivamente anche G10h4ck e lasek hanno tenuto un talk per presentare Eigen* Diaspora, il social network distribuito ottimizzato per le reti mesh, che sviluppiamo ad eigenLab.

Verso la fine della giornata Mitar (uno dei fondatori della rete mesh di Ljublijana) ha illustrato alcuni esperimenti riguardo l’alimentare alcuni nodi della rete con pannelli solari. In questa edizione del BattleMesh abbiamo voluto testare questa idea alimentando alcune delle fonere (device low cost) con dei pannelli solari.

Alla fine della giornata abbiamo anche aiutato a posizionare le antenne in preparazione della grande “battaglia” di domenica! Quale sarà il protocollo vincitore del BattleMeshV4 ?

eigenLab on the Road.


BattleMesh: Day 1

Thursday, March 17th, 2011

 

Oggi abbiamo seguito diversi talk, ma sicuramente uno dei più interessanti è stato quello del nostro amico Juliusz un professore all’università di Parigi e principale sviluppatore di Babel, uno dei protocolli di routing che competono al BattleMesh.

Il suo talk si è incentrato su BabelZ, ovvero una versione sperimentale di Babel che si propone di considerare nel calcolo della metrica delle rotte anche informazioni riguardanti i canali utilizzati dai nodi per comunicare, in modo da minimizzare l’ interferenza e quindi migliorare la qualità e la velocità della rete.

Abbiamo passato il pomeriggio parlando con i ragazzi greci, che gestiscono una rete mesh nata ad Atene chiamata AWMN e che si sta sviluppando anche nel resto della Grecia dove non è disponibile connettività Internet perché i provider non ritengono conveniente raggiungere certe aree, la loro rete conta 2400 nodi attivi e 10000 potenziali.

La serata si è conclusa con una cena catalana tipica offerta dal team di B.A.T.M.A.N.-advanced per festeggiare l’inclusione del loro modulo nell’ ultima versione del kernel Linux (2.6.38). Si è quindi pasteggiato con crostini, prosciutto e pomodori, bevendo birra offerta dai ragazzi di guifi.net (gli stessi che organizzano l’evento).

eigenLab on the Road.

BattleMesh: Day 1

Thursday, March 17th, 2011

 

Oggi abbiamo seguito diversi talk, ma sicuramente uno dei più interessanti è stato quello del nostro amico Juliusz un professore all’università di Parigi e principale sviluppatore di Babel, uno dei protocolli di routing che competono al BattleMesh.

Il suo talk si è incentrato su BabelZ, ovvero una versione sperimentale di Babel che si propone di considerare nel calcolo della metrica delle rotte anche informazioni riguardanti i canali utilizzati dai nodi per comunicare, in modo da minimizzare l’ interferenza e quindi migliorare la qualità e la velocità della rete.

Abbiamo passato il pomeriggio parlando con i ragazzi greci, che gestiscono una rete mesh nata ad Atene chiamata AWMN e che si sta sviluppando anche nel resto della Grecia dove non è disponibile connettività Internet perché i provider non ritengono conveniente raggiungere certe aree, la loro rete conta 2400 nodi attivi e 10000 potenziali.

La serata si è conclusa con una cena catalana tipica offerta dal team di B.A.T.M.A.N.-advanced per festeggiare l’inclusione del loro modulo nell’ ultima versione del kernel Linux (2.6.38). Si è quindi pasteggiato con crostini, prosciutto e pomodori, bevendo birra offerta dai ragazzi di guifi.net (gli stessi che organizzano l’evento).

eigenLab on the Road.