Archive for February, 2011

Doppio Nodo

Thursday, February 17th, 2011

Oggi io e Fish abbiamo fatto ben due nodi!

Il primo, in realta’, esisteva da molto tempo, ed era costituito da una RouterStation e tre radio puntate in varie direzioni. Non si sa bene per quale motivo (qualche dispersione?) non ha mai funzionato bene, ovvero non sono mai riuscito a farlo collegare ai nodi vicini, nonostante la breve distanza. Quindi serviva una decisione drastica: sostituire tutto, palo compreso, con una nuova installazione.

Ed allora 9 del mattino: chiavi del tetto, attrezzi, scala, nuovo palo, nuovi dispostivi gia’ configurati. E quindi inizia l’installazione super professionale by Fish! Cavi schermati, plug argentati, corrugati, liquido passacavi, ralle, ed altre mille meraviglie hardware di cui non ricordavo o ignoravo l’esistenza.

Risultato: vecchio nodo sostituito, e collegamento al fusolab attivato! E pure veloce!

Installiamo anche la seconda NanoStation verso casa di Niso. Quindi lo chiamiamo al telefono e si sbraccia dal suo balcone, cosi’ lo possiamo puntare.

Dopo aver sistemato i cavi anche in casa, andiamo da Niso, che ha cambiato casa da poco, portandosi dietro il suo dispositivo. In circa mezz’ora tra installazione e configurazione il nodo e’ di nuovo attivo!

Alla fine della giornata il bilancio e’ molto positivo! Due nodi attivati e perfettamente funzionanti!

Ninux con Sostanze Records a 2020 Indie Festival

Tuesday, February 15th, 2011

Sostanze Records bissa il successo di “2020 Indie Festival” venerdì 18 febbraio 2011 all’INIT club di Roma, regalandovi un’altra serata all’insegna della musica elettronica indipendente. Protagonisti della serata 12 artisti, 3 netlabel e 6 webradio uniti da un’unica filosofia e pronti a scaldare la notte romana a colpi di beat gratuiti.

Saranno presenti Info Points e merchandise di Stato Elettrico, Node Zero, Sostanze Records, Ninux, Nartraradio Roma, The Open Radio, Radiosonar, Emergenza Radio, Fusoradio, Solidus Radio. Portate le vostre penne USB e farete il pieno di musica!



Il mercato della musica elettronica (e non) sta subendo un’evoluzione dagli scenari inimmaginabili; sempre più artisti decidono di distribuire il proprio materiale tramite Internet, ovviamente per abbassare i costi di produzione e di distribuzione avvicinandosi ad un modo di fare musica che è praticamente gratuito; di qui a poco tempo questo nuovo modo di concepire la musica non sarà solamente considerato un nuovo trend, ma un vero e proprio mercato con regole a sè stanti. Come ogni fenomeno nato su internet, le netlabel sono destinate a vincere! Sostanze Records crede in questa filosofia e il suo obiettivo è quello di farsi portavoce di questo movimento che tende al futuro.


Ninux a La Rustica

Sunday, February 13th, 2011

L’approccio non era stato dei migliori: sbrigativamente identificato come “quel signore che venne al fusolab”, i giovani nerd (quasi tutti ancora da nascere il giorno che mi immatricolavo all’Università) mi osservavano intrusarmi nel loro mondo.

Io, di aspetto ben poco ventenne, avevo finalmente scoperto come dare sfogo alla mia-mai sopita passione del networking amatoriale: un’intera rete geografica, messa in piedi da una tribù di socievoli esperti, con cui sperimentare; un playground che mi consentiva di aggiornare le mie competenze, vergognosamente allineate ai tardi anni ’80 del passato millennio.

E così, complice una invidiabile logistica (mansarda con terrazzo a 100 metri s.l.m., che a Roma “fa molto montagna”), ho attrezzato in sequenza:

  • un router IPv4/IPv6, ottenuto riciclando a OpenWRT un vecchio Linksys che si annoiava da un paio d’anni in un cassetto;
  • una Ubiquiti Nanostation M5, arrivata a tempo record dal distributore nonostante il periodo natalizio (si chiama “crisi”);
  • una decina di metri di FTP e relativi connettori schermati (e pinza crimpatrice a corredo, quest’ultima a 9 euri da un qualsiasi Brico);
  • un palo da 6 metri, tanto per superare l’unica costruzione più alta della mia sui 360°, che Murphy aveva molto opportunamente piazzato tra me e il nodo ninux candidato a farmi da porta d’accesso alla rete;
  • un UPS per tenere in continuità tutta l’elettronica;


Componenti indoor del nodo, in bella vista lo schema iptables


Pulizia anche nei cablaggi indoor


Ho complementato questo hw con:

  • una verifica sulle caratteristiche di autoportanza del palo stesso (e ci siamo, finché la M5 rimane in scarsa compagnia);
  • una aggiornata veloce alle tecniche di crimpaggio, attività che avevo abbandonato dal 1993;
  • qualche trucchetto bricoleur per montare e intubare nelle sue guaine tutto questo materiale con due sole mani;
  • un PC con pennetta Internet e skype operativo, per avere l’assistenza al puntamento;
  • … e naturalmente l’inossidabile “vi”, che mi è rimasto attaccato ai polpastrelli dal 1983.

Risultato: in due settimane è nato RusticaSalcito, nodo della rete ninux. First accomplishment.

Ma una volta che hai il nodo, giocare con protocolli e firmware è la metà del bello: l’altra metà è dare servizio.

Ed ecco che da un’altra polverosa cantina è scesa dal Tuscolo un’antenna outdoor da 9dB, col suo bel coax montato: e allora tira via l’antennina del Linksys, adatta una staffa da due altri pezzi (che quando furono fusi tutto immaginavano tranne il destino a cui li stavo per condurre) e via: ah, dimenticavo, la pigrizia mi ha impedito di smontare il mio bel palo, e così ho dovuto supplire con del fegato/incoscienza per arrampicarmi  e camminare di notte sulle tegole spioventi, per montare l’outdoor non solo “out” ma anche ben “up” sul palo.

Risultato: adesso abbiamo anche l’hot-spot La Rustica, che illumina con raggio >200 metri sia IPv4 che IPv6 (radvd + sixxs = magic&free). Una verniciata con nodogsplash per vestire la prima pagina del browser, una spruzzata di olsrd aggiunto al Linksys per ruotare pacchetti anche verso ninux e vai con la clientela, che a La Rustica è molto cirillica.

E come direbbero i messicani degli spaghetti-western:
salu2 amigos y hasta pronto.


Il parcheggio da dove ho compiuto le misure


La passeggiata sulle tegole per installare la WiFi


La base del palo, con le zanche ben distanziate per renderlo autoportante


La cena prima del montaggio del palo



Niccolò a fine lavori


Link da 31 Km!

Tuesday, February 8th, 2011

Sabato 5 Febbraio c’è stato il raid “Operazione Guadagnolo”  : )
Kidy ed io alle 7:00 di mattina eravamo già sul tetto a puntare un’antenna direttiva verso la montagna.

Mezz’ora più tardi, il rendevouz con Fish all’autogrill dell’A4 in direzione Tivoli.

La “passeggiata” verso la cima della montagna è stata tutt’altro che breve, ma il tempo è volato grazie ad un paio di walkie-talkie che non ci hanno fatto pesare lo stare con due macchine.

Arrivati a destinazione, la capatina alla cima del Redentore ci ha permesso di orientarci e capire con esattezza in che direzione puntare l’antenna gemella che avevamo portato.

Campo base nella piazzetta dei caduti, che aveva il duplice vantaggio di essere raggiungibile con le macchine e di affacciarsi nella giusta direzione.

Mentre Fish montava l’attrezzatura e Kidy documentava fotograficamente tutto.. il sottoscritto ne approfittava per fare un paio di rilevazioni in più (giusto per pignoleria).

Il puntamento (ad occhio) è stata una dimostrazione di senso di orientamento assoluto.

Non solo già dal primo scan avevamo il nodo LuxAirGrid nell’elenco, ma l’associazione è avvenuta con -77 dBm! I succesivi tuning ci hanno permesso di migliorare il segnale di altri 4 dB, ma il grosso ormai era fatto!


Risultato: link da 31Km a -73 dBm (a 15 Mbps)!!

Un altra sorpresa, è stato scoprire che lo scan evidenziava anche gli apparati M5Lele e M5 FishToLaRustica che sono delle Ubiquiti Nanostation M5!

Tutto qui? ..direte voi?
Cercherò di rendere l’idea dell’impresa con l’aiuto di un paio di immagini.
Questo era il paesaggio che ci si presentava innanzi (provate a trovare casa vostra):


Da qui potete scaricare la panoramica in alta risoluzione (27Mb).

E questo è stato il link realizzato visto sul nostro Map Server.

Reso l’idea?  🙂


BattleMesh V4

Wednesday, February 2nd, 2011

It is getting closer to 16-20 March 2011: the next BattleMesh in Sant Bartomeu del Grau (ES) is upcoming !!!

I’ll be there for sure :) Enjoy the promo video to have an idea :)

http://battlemesh.org

Saverio